Intervista al produttore James Ford sul nuovo album degli Arctic Monkeys AM

James Ford, oltre ad essere un apprezzatissimo musicista, è anche lo storico produttore degli Arctic Monkeys. Ford infatti affianca la band in studio sin dal 2006 e ha prodotto, tra l’altro, The Age Of The Understatement de The Last Shadow Puppets e la colonna sonora di Submarine, composta ed eseguita da Alex Turner. Qui l’intervista rilasciata al magazine musicale britannico NME, che anticipa la release del quinto album delle Scimmie Artiche, AM.

James Ford

Continua a leggere

Arctic Monkeys su NME

Abbiamo tradotto l’intervista del magazine musicale NME rilasciata dagli Arctic Monkeys e comparsa sul numero del 3 Agosto 2013. In questa interessante uscita i quattro di Sheffield tentano di far chiarezza sulle influenze, musicali e non, che si celano dietro il nuovo album AM, la cui uscita internazionale è prevista per il 9 Settembre 2013. Tra cocktails con Josh Homme, quadri di Escher, film di Fellini, gli Arctic Monkeys sembrano ben lontani da Sheffield. Matt Wilkinson ha ascoltato come Los Angeles, loro città di adozione, abbia alimentato la carica sessuale del loro nuovo album.

NMECoverCMA3ArcticMonkeys300713

Continua a leggere

Alex Turner: “Arielle Vandenberg ogni giorno mi dice che è l’ultimo assieme!”

In una mini intervista concessa a Vanity Fair a cura del giornalista John Vignola, pubblicata su cartaceo, Alex Turner cita l’attuale compagna, la modella Arielle Vandenberg. “Sì, ho una ragazza, ma ogni giorno dice che è l’ultimo assieme”.

alex turner arielle vandenberg

alex turner vanity fair arctic monkeys

Per farsi una “cultura gossippara” sulla love story tra il menestrello di Sheffield e la modella californiana, c’è il nostro topic dedicato, online dal 13 Febbraio 2012.

Why’d You Only Call Me When You’re High?

Why’d You Only Call Me When You’re High? Un video “strano”. Sembra non essere piaciuto alla gente, pare aver imbarazzato alcuni, forse non ha riscosso i feedback positivi che molti si aspettavano. Eppure…

Eppure è un video geniale, fantastico. Gli Arctic Monkeys sembrano ripercorrere tutta la loro storia di band e vi sono talmente tanti “messaggi nascosti” che catalogarli e provare a interpretarli uno ad uno sarebbe impresa titanica.

Parliamo innanzitutto del “pub“, questo luogo di incontro “mitico” (anche se ormai sembra aver perduto, al giorno d’oggi, tale alone di “miticità”…) per la cultura britannica, molto differente dai nostri bar. E’ qui che molte band hanno trovato fonte di ispirazione per i loro lavori, che quel bizman ha stretto accordi da milioni di sterline, che qualcheduno ha trovato l’amore della sua vita, fatto pace con un familiare… e via discorrendo.
Anche nel video di Teddy Picker, proposto sei, sembrano lontanissimi, anni fa, ritroviamo le Scimmie Artiche sorseggiare una pinta o qualche alcolico. Per non parlare di Cornerstone… Continua a leggere