Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Calze al ginocchio

Vai al Testo originale

Tieni le luci accese di pomeriggio
E le notti sono prolungate noiosamente
E tu baci per tagliare l’oscurità
Con una lingua colorata da gocce di tosse
E tu siedi all’angolo con una pila di cappotti accatastati
E io che pensavo che potessi essere mia
In un mondo piccolo in un martedì notte eccezionalmente piovoso
Nel posto e nel momento giusto

Quando gli zero si allineano sull’orologio delle 24 ore
Quando sai chi sta chiamando anche se il numero è bloccato
Quando cammini per casa indossando le mie Lacoste blu cielo
E i tuoi calzini al ginocchio

Quando hai curato le mie tristezze di Gennaio
Già, hai aggiustato tutto
Ho la sensazione che potrei aver acceso proprio la miccia
Che stavi cercando di non accendere
Eri una straniera nella mia rubrica, io mi comportavo come se sapessi
Perché non ho nulla da perdere
Quando l’inverno è in piena attività, e i tuoi sogni non riescono proprio a realizzarsi
Non è divertente quello che farai?

Il tardo pomeriggio
Il fantasma nella tua stanza che hai sempre pensato non approvasse il rumore dei tuoi tacchi
Non ti ha mai fermata dal lasciarmi prendere possesso del punto giusto, stropicciando le tue
Calze al ginocchio

Tu e io saremmo potuti essere una squadra
Ciascuno aveva una metà del trono da re e regina
Come l’inizio di Mean Streets
Potresti “essere la mia piccola”

(Tutti gli zero si sono allineati, ma il numero è bloccato quando perdi ogni controllo)

AM

Track Count: 12
Artist: Arctic Monkeys
Released: September 9, 2013
℗ 2013 Domino Recording Co Ltd


App Store
 

Chi siamo     Redazione + Contatti     Note & disclaimer     Link consigliati

Licenza Creative Commons Arctic Monkeys Italia © 2015 con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.